2013-07-23_184440

diritto alla casa

Decine di attivisti di ZTL hanno bloccato l’esecuzione di uno sfratto a Olmi di S. Biagio. Il picchetto si è reso necessario per impedire che una famiglia finisse in strada.

Si è trattato del terzo accesso dopo che la famiglia era riuscita ad ottenere un rinvio nonostante le pressioni ingiustificate da parte del proprietario che non ha, oggettivamente, nessuna necessità impellente ad entrare in possesso dell’abitazione.

Grazie alla presenza e alla pressione degli attivisti l’ufficiale giudiziario, accompagnato dai proprietari e dal loro avvocato ha concesso una proroga fino al 25 luglio data entro la quale l’amministrazione di San Biagio di Callalta deve assumersi l’impegno di trovare una soluzione dignitosa per chi, colpito dalla crisi, versa in una morosità incolpevole.

La famiglia non chiede di rimanere dentro la propria abitazione ma chiede solamente di avere alcuni mesi per gestire la complicata ed inaspettata situazione in cui si ritrova a causa di gravi problemi di salute, una questione completamente slegata da qualsivoglia diritto del proprietario.

Se non verrà trovata una soluzione il 25 luglio alle 7.30 torneremo di nuovo davanti alla loro casa per impedire che questa famiglia venga lasciata in mezzo a una strada.

https://www.facebook.com/events/148709605332374/