vqgwFiQSfRCzzFj-800x450-noPad

 

Come rappresentanti delle forze politiche, associative, di movimento e singoli cittadini esprimiamo forte preoccupazione per i fogli di via notificati dalla questura di Treviso in questi giorni.

I fogli di via sono stati emessi in seguito ad una manifestazione convocata per denunciare le barbarie razziste e fasciste avvenute a Quinto di Treviso e per chiedere alle istituzioni preposte un pronto intervento per mettere in pratica meccanismi di accoglienza vera, solidale e trasparente.

Ricordiamo che quella manifestazione si è conclusa con 42 manifestanti pacifici portati via in manette e con il tentativo di eseguire 5 arresti. Tentativo subito smontato dalla magistratura.

A ricevere i fogli di via sono stati attivisti, che svolgono le loro attività politiche, sociali e sindacali nella città stessa.

Riteniamo grave che la questura utilizzi lo strumento del foglio di via per impedire la normale dialettica democratica, mettendo in dubbio la Costituzione stessa, utilizzando uno strumento non sottoposto a nessun bilanciamento democratico.

Questa prassi conferma la sottrazione dell’agibilità politica alle forze democratiche, anche a fronte del fatto che in questi anni, a Treviso, le forze xenofobe hanno perpetrato decine e decine di azioni violente (aggressioni, agguati, risse, accoltellamenti e “pogrom”) tutte prontamente denunciate ma alle quali non ha fatto seguito alcuna condanna e rimangono quindi impunite.

Per questi motivi chiediamo che questi fogli di via vegano immediatamente ritirati.

Per sostenere la nostra richiesta firma la petizione.

 Primi firmatari

Silvano Piazza, Sindaco di Silea; Gabriele Mattiuzzo, Sindaco di Carbonera,

Consiglieri Comunali Comune di Treviso: Said Chaibi, Pretty Gorza, Titta Casagrande, Michela Nieri, Antonella Tocchetto, Giovanni Tonella

 Deputati: Giulio Marcon, Celeste Costantino, Erasmo Palazzotto

 Gianfranco Bettin, Ricky Bizzarro, Lello Voce, Mirko Artuso, Tiziano Scarpa, Roberto Ferrucci, Romeo Scarpa (pres. Italia Nostra Treviso), Luigi Calesso, Beppe Caccia, Luana Zanella (co presidente Verdi Italiani), Mattia Orlando (SEL Venezia), Avv. Giovanna Berti, Luca Casarini, Michele Zappia