1920459_818310594852884_1210827281_n
ZTL Wake Up!
in collaborazione con
Sherwood
Segni di libertà…
Dialogo tra Claudio Calia e ZeroCalcare sul Piccolo Atlante storico geografico dei centri sociali italiani

 

Una trasmissione in diretta da Treviso

 

Giovedì 20 febbraio 2014 a partire dalle ore 18.00
Inizio della diretta alle ore 18.45
Loggia dei Cavalieri
Treviso
Si possono raccontare i movimenti?
Nel caso delle attuali mobilitazioni collettive dal basso c’è qualcosa di oggettivamente impossibile da esporre, per loro natura stessa i movimenti sono irriducibili ad essere inseriti all’interno di strutture organizzate, nascono e muoiono a diverse velocità, sono pratiche di sperimentazione politica e linguistica sempre in corsa e mai risolte.A pochi giorni dall’uscita del nuovo libro a fumetti di Claudio Calia “Piccolo Atlante storico geografico dei centri sociali” (dal 13 febbraio nelle librerie per Becco Giallo editore) una nuova produzione di Sherwood in collaborazione con il Collettivo ZTL Wake Up per cercare di raccontare assieme all’autore, di origini trevigiane, e a ZeroCalcare che ne ha disegnato la prefazione, la galassia della disobbedienza sociale.
Lo faremo nel centro storico di Treviso, nella suggestiva Loggia dei Cavalieri, mettendo in pratica un dispositivo che metterà assieme differenti piani d’azione in interazione tra loro, una molteplicità di centri di enunciazione all’interno di una città che è stata simbolo incontrastato per due decenni di Gentilini e della Lega Nord.
Una città, Treviso, che proprio per la sua natura contraddittoria, è attraversata da una delle esperienze più belle e vivaci che hanno disegnato assieme a tante altre una nuova mappa, una cartografia in divenire delle libertà.in streaming video su
www.sherwood.it
Alla serata saranno presenti:
Claudio Calia è nato a Treviso nel 1976, vive ora nei pressi di Padova. I fumetti, come lui stesso scrive, sono contemporaneamente la sua ossessione e la sua passione. Ed è il suo ultimo progetto quello che presentiamo sotto la suggestiva Loggia dei Cavalieri: la galassia dei centri sociali italiani è un fenomeno complesso e in costante divenire, spesso al centro della cronaca nazionale e locale. E’ un lungo viaggio fra alcuni dei territori che ospitano i centri sociali, un viaggio in cui la guida è proprio l’autore, militante divenuto papà, per esplorare e conoscere la storia e la geografia degli spazi sociali, fucine politiche e culturali, forti di una capacità di elaborazione fantastica di stampo inevitabilmente sovversivo e di una lotta quotidiana per la trasformazione del reale che affonda le sue radici nel marxismo libertario. E’ una guida, una guida ad un mondo sconosciuto e mal chiacchierato dai più, una cartina utile a muoversi nell’universo motore di un cambiamento continuo.
Becco Giallo è una giovane casa editrice che progetta e pubblica fumetti di impegno civile. Il nome è un omaggio alla coraggiosa esperienza editoriale del foglio satirico antifascista “Il Becco Giallo”, che negli anni Venti utilizzava il disegno per criticare e incalzare il potere: il suo simbolo era un merlo con il becco sempre aperto, a gridare verità che non si volevano divulgare. Il progetto editoriale di Becco Giallo nasce da una passione per la narrazione estranea al mondo del fumetto il che, a detta degli editori, ha portato a una curiosità e a un’attenzione maggiore dovuta anche alla non conoscenza dell’universo deciso di esplorare. Il fumetto è un linguaggio come lo sono molti altri, un linguaggio che nel nostro paese non riceve l’attenzione adeguata ma di cui molti percepiscono le potenzialità e le capacità di descrizione del reale.
Zerocalcare nato ad Arezzo nel 1983. Per lungo tempo ha fatto soprattutto “fumettacci” su fanzine fotocopiate e locandine per concerti punk hardcore. Con l’ultima pubblicazione, “Dodici”, si ritrova in vetta alle classifiche dei libri più venduti in Italia, a testimoniare la capacità dell’autore di descrivere la realtà che lo circonda, il punto privilegiato e interessante di chi come lui vive gli spazi sociali quotidianamente e la grande forza comunicativa propria del genere fumetto. Ha curato per il lavoro di Claudio Calia la prefazione (a fumetti ovviamente!)
Lello Voce sarà il maestro di cerimonia, il vocalist della serata. Poeta e performer della scena culturale italiana, sempre attivo e presente nelle strade della nostra città, conduce in questa occasione il dialogo tra i due fumettari nella giungla della narrazione dei movimenti e ci guida alla scoperta della forma narrativa del fumetto, con il contributo di uno specialista come Omar Martini, esperto del mondo del fumetto, grande maestro di Claudio, tra le altre cose collaboratore della Marvel Italia e fondatore della casa editrice Black Velvet.
Acoustic Connections, ensemble di musicisti di formazione classica e folk diretti da Roberto Durante, metteranno in pratica, attraverso dispositivi di interazione con lo spazio e il pubblico, la colonna sonora dell’evento.

1959992_10203287069683081_1269802476_n

Link utili:

Il Venerdì di Repubblica del 7 febbraio 2014

Il Venerdì di Repubblica del 7 febbraio 2014

 

 

Tribuna Treviso 20 febbraio 2014

Tribuna Treviso 20 febbraio 2014